Percorsi di musicalità per bambini Parma

Informazioni pratiche

I nostri iter didattici di solito hanno durate che possono coprire l'intero anno scolastico o essere modulati su un numero definito di incontri (solitamente 10 - il numero minimo è 5).

Siamo in grado di adeguare i percorsi in base alle esigenze e richieste della Scuola o Ente che intende proporre il laboratorio.

Le sezioni o i gruppi di bambini verranno organizzati in sottogruppi in base alle età, possibilmente con un massimo di 15 bambini per gruppo, per poter permettere a ciascuno la giusta attenzione da parte del conduttore (maestro) in merito alle risposte vocali e motorie che verranno osservate e incluse o incentivate nelle successive attività.

Ci teniamo fortemente che l'ultimo incontro di ciascun percorso sia una lezione aperta che preveda la partecipazione attiva dei genitori nelle attività proposte (NB: non organizziamo saggi o spettacoli musicali con bambini di questa fascia d'età!).

L’insegnante che terrà il laboratorio è dotata di tutto ciò che serve per le nostre attività (strumenti, attrezzi ritmici, PC e casse per amplificare) pertanto alla struttura non è richiesto alcun investimento.

Chiediamo solo di potere svolgere i laboratori in una sala adeguata (pavimento pulito, stanza sicura dove potersi muovere in libertà, possibilmente senza giochi o distrazioni.

I laboratori saranno tenuti al mattino, secondo i vostri orari.

Ogni incontro avrà la durata di 45/50 minuti.

Chiediamo di potere organizzare almeno 2 o 3 laboratori (cioè con 2 o 3 gruppi classe) per ogni mattina in cui l’insegnante si recherà presso la vostra struttura (2 o 3 ore ogni mattina).

Possiamo modulare le nostre attività musicali per seguire i programmi già previsti dalla Scuola stessa.

richiedi info

Collaborazioni con scuole e asili

Percorso di musicalità per la scuola dell’infanzia

Le attività dei nostri laboratori "Crescendo con Diesis", rivolte alle classi della scuola dell'infanzia (3-5 anni), sono strutturate secondo iter ben delineati, dividendo i gruppi dei bambini per fasce d'età per lo più omogeneee in modo da avere attività calibrate sulle competenze e sullo stadio di sviluppo di ciascuno.

Fondamentale nelle nostre attività è il confronto tra pari, come fonte di imitazione e sorgente di idee e contributi guidati ma espressi in totale autonomia; la partecipazione alle proposte è collettiva e libera. Attraverso il canto i bambini giocano e si esprimono mediante l'imitazione delle modalità esecutive dell'insegnante, ma anche dei compagni.

Essi saranno chiamati spesso ad inventare movimenti, modalità esecutive, ritmi, storie e elementi testuali sul materiale dato.

L'insegnante guiderà la classe in modo informale, assecondando e incentivando le proposte spontanee dei bambini, che in alcune attività sono chiamati a guidare la classe come conduttori di eventi musicali predeterminati (silenzio-suono; forte-piano; staccato-legato) oppure a cimentarsi in invenzioni di carattere improvvisativo.

La partecipazione non è mai incoraggiata esplicitamente ma aiutata dall'atmosfera rilassata ed è sempre gratuita e spontanea. Anche la scelta di non partecipare ma di osservare solamente viene accettata e accolta.

Le canzoni sono il filo conduttore di diverse attività e obiettivi musicali e sociali:

• focalizzazione su elementi ritmici e tonali della musica;
• piccoli e grandi movimenti;
• danza libera o con semplici coreografie, eseguibili con semplicità da tutti i bambini;
• sviluppo della coordinazione oculo manuale e motricità fine;
• uso di strumenti musicali e attrezzi ritmici (foulards, palle, hula hoop, piccoli strumenti ritmici come tamburelli, maracas, ovetti e bastoncini ritmici);
• improvvisazione musicale;
• avvicinamento alla lingua Inglese in modo semplice ed intuitivo, attraverso l’utilizzo di canzoni in inglese).

Ogni lezione prevede l'accompagnamento musicale di una chitarra e/o basi audio registrate in almeno tre delle attività proposte.
Ogni tipo di risposta (attenta, di osservazione, ma anche di rifiuto o distacco) da parte dei bambini viene accettata e inclusa nelle attività.
Quindi qualunque tipo di partecipazione viene valorizzata.
Sarà nostra priorità fare in modo che ogni evento musicale o modalità di interazione sonora proposta diventi materiale per invenzioni e rielaborazioni, cosicché ciascun bambino possa prendere consapevolezza delle proprie capacità e potenzialità, diventando a sua volta creatore di giochi musicali o di esperienze creative affini a quelle vissute.

PER I BAMBINI di 5 ANNI
(nel caso in cui si possano dividere i gruppi)
Nei gruppi dei bambini che l'anno successivo a quello del laboratorio andranno alla primaria (5 anni) attuiamo un percorso di "pre-scrittura" musicale e composizione per far loro sperimentare, analogamente a quanto avviene nella scrittura e nella lettura, la corrispondenza, indotta intuitivamente e concordata all'interno del nostro gruppo di musicisti, tra segno e suono.
Affinando ed arricchendo gradualmente il complesso di segni utilizzabili si arriverà alla composizione collettiva di una breve melodia.

Edwin Gordon ci dice provocatoriamente che la musica non si insegna: il bambino è in grado di apprenderla autonomamente, se questa diventa il veicolo di comunicazione all'interno di una relazione.
Durante l'età prescolare niente si insegna in maniera diretta ai bambini: non a parlare, non a camminare, non a coinvolgere l'altro in una comunicazione emotiva.
Il bambino assimila dall'esperienza e dall'esempio degli adulti piuttosto ché osservando i coetanei o facendo tesoro delle proprie esperienze personali.

L'obiettivo primario, dunque, in questa fase della crescita non sarà di fornire competenze tecniche o risultati da conseguire, ma una serie di strumenti che il bambino potrà utilizzare a piacimento per entrare in relazione con gli altri.
Se vogliamo far crescere dei bambini che sentano la musica come parte del proprio patrimonio espressivo dovremo innanzitutto creare le condizioni più adatte affinché l'esperienza di tipo musicale possa essere bella e gratificante e costituirne davvero un veicolo di socializzazione e sperimentazione delle proprie capacità e di affermazione della propria identità.

Associazione Culturale Diesis Parma • viale Fratti 46, Parma • C.F. 92180130343 • tel: 366 9527753 • info@associazioneculturalediesis.it